La nostra voce

Leggi e commenta le novità di Azienda del Popolo

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login
Messaggi recenti del blog

Inviato da il in La nostra voce

In questi giorni gli Uomini di Governo si succedono nel fare ancora propaganda sul problema degli immigrati. E' vero, è una emergenza, ma ancor più emergenza è quella della Giustizia.

Così come strutturata, va subito riformata. questa dovrebbe essere la Vera priorità alla base di ogni futura Riforma. La Giustizia è il DNA di una intera Comunità e società.

Grazie, - anzi non si può dire grazie-, a questo tipo di  Giustizia, con la quale ci dobbiamo confrontare ogni giorno, gli investitori se ne vanno da altra parte, le banche distruggono l'economia, gli imprenditori si impiccano, i ponti che crollano e nessuno ne è responsabile, il controllore  è anche il controllato, i triplici e quadrupli incarichi in Consigli di amministrazione e nei Collegi sindacali tra persone che si conoscono e si scambiati favori. le società, riconosciute per legge, che nascondo possibilità di truffare e di non essere perseguiti, ai danni di chi si fida della legge. L'apparto di Stato che forma la nostra Burocrazia ferma l'economia.

L'incapacità professionale  dilaga  dappertutto ed i professionisti sono nel mercato solo per "levare" soldi e fare profitti e non dare in cambio nessun servizio e nessun futuro. Ci piacerebbe leggere, nei curriculm vitae di tanti grandi manager e A.D., accanto alla data della presa di possesso ed alla azienda amministrata anche il numero dei dipendenti trovati all'inizio del rapporto e quelli alla fine del mandato per vedere se sono riusciti, questi manager, ad aumentare i posti di lavoro o a ridurli. e di conseguenza, qualora fossero risultati ridotti, di non farli più lavorare.   

Il sistema del mercato, chiamato capitalismo, così come è, sta dimostrando di essere la foresta " il proprio abitat" della selvaggina umana.  La gregge umana cosa vuole scegliere per il  futuro proprio e dei suoi figli?

L'unico partito politico a cui i cittadini coraggiosi debbono aderire e veramente professionale in politica è quello che comincia dalla Giustizia. 

AZIENDA DEL POPOLO è per una Giustizia Democratica senza vendette, Certa e Giusta a 360 gradi.

Visite: 3
0

Inviato da il in La nostra voce
degenerazione della società

La cultura della nostra società è arrivata al punto che senza "impicci" non si vive. In questo modo nel paese si crea la divisione tra i cittadini e l'economia va a pezzi (sistema dei paesi colonizzati).

Per uscire da questo condizione ,serve unità di persone che non sono ossessionate dal denaro e dal sesso. Non dobbiamo deluderci da quello che succede, ogni  popolo ha la sua storia. La storia non ha distinto mai tra popoli belli e popoli brutti; mai si è conosciuto, nel passato, che la libertà (rispettando il prossimo), la democrazia (governo di tutti), e il futuro nostro e dei nostri figli  è stato regalato dai i tirani, dai papponi, dai ladri ecc... invece si è dovuto conquistare, purtroppo, con il sangue, con i sacrifici, con il sudore e l'intelligenza: "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti, bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste"M.L.K

Visite: 1982

Inviato da il in La nostra voce
il futuro

L'Italia si cambia se ogni cittadino da il suo contributo per migliorare la società dove vive e naturalmente cambierà anche se stesso.
"Nessuno mette le proprie mani nel fuoco per prendere la castagna che mangerà un altro".
Fare il moralista non vuol dire essere, saper fare il politico o capire di politica.
La politica è un "mestiere" come tutti gli altri e bisogna saperlo fare bene.
Durante la guerra fredda l'occidente diceva che nei paesi dell'Est mancava la libertà di parola, la libertà di essere moralista. In questo modo incitava a destabilizzare qual paese quel governo, così  era più facile per l'occidente  mantenere il controllo della sua economia, anche se i diritti, in occidente, sotto sotto, venivano lo stesso calpestati sempre grazie ai moralisti.
Siamo oppositori della nostra società se non partecipiamo alle lotte necessarie per il cambiamento, in prima persona.
Bisogna scegliere, sempre, un gruppo, un partito, che ha veramente idee e programmi validi per tutti, e lì lavora, mette la propria faccia, e non criticare con parole e parole senza partecipare.
Questa è la vera politica, allievi di grandi politici di storia mondiale.

Visite: 1872

Inviato da il in La nostra voce
Programma

L'unica strada per conquistare il futuro...partecipare!!!

Visite: 2031

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Cookies (web e siti mobili) I punti di accesso web e siti mobili non prevedono mai l'utilizzo di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. Vengono adoperati esclusivamente i c.d. cookies di sessione che non vengono memorizzati in modo permanente sul terminale dell'utente, ma svaniscono con la chiusura del browser di navigazione. Il loro utilizzo è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dai server che permettono di riconoscere l'utente automaticamente) necessari per consentire una navigazione sicura ed efficiente delle pagine. Il cookie di sessione può permanere sul terminale dell'utente per un massimo di 15 giorni nel caso in cui lo stesso abiliti volontariamente la funzione c.d. remember me. I cookies di sessione utilizzati evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente. Ad ogni modo l'utente può configurare il proprio browser web definendo un appropriato livello di restrizione/protezione sui cookies, eliminandoli manualmente, disabilitandoli e/o bloccandoli permanentemente o infine limitando la ricezione degli stessi in funzione del dominio di provenienza.